martedì 30 agosto 2016

Torta soffice light al profumo di cocco e cioccolato croccante



Buongiorno!!! E si, ma come passa il tempo!!! Ho notato che è da un bel pò che non posto una ricetta, ma l'estate, il mare, gli impegni mi hanno portata a trascurarvi un pò, ma ora si ricomincia!!! :-)
E oggi, visto che l'avevo già tra le bozze in archivio, vi posto questa tortina, una rivisitazione vista su internet, molto light ma anche molto buona e tutta "vegana" :-).

Ingredienti per stampo da circa 20 cm di diametro: 
230 gr di farina
220 gr di latte di cocco Fabbri
100 gr di olio di semi
150 gr di zucchero
mezza bustina di lievito per dolci in polvere
 
100 gr di cioccolato fondente 
cocco disidratato 
zucchero a velo 

Mettere in una ciotola il latte di cocco e l'olio. 
In una ciotola unire la farina setacciata con il lievito e lo zucchero e mescolare. 
Unire l'olio di semi al latte e versare a filo nella ciotola con le polveri,  girando per bene con una frusta per non far formare grumi. Mescolare fino ad ottenere un composto denso ed omogeneo. 
Tritare al coltello il cioccolato fondente, mescolarlo con della farina e lavare con un colino quella in eccesso. 
Prendere lo stampo, imburrare, infarinare e versare l’impasto. Mettere il cioccolato sopra senza farlo sprofondare (così rimarrà in superficie e creerà un bellissimo effetto croccante) e infornare a 180° per circa 30 minuti (fare la prova stecchino per verificare la cottura). 
Sfornare, far raffreddare un pò e servire con del ciocco disidratato spolverato sopra e dello zucchero a velo. (Una torta sofficissima, sorprendentemente buona!) 





Davvero notevole!!! Provatena

lunedì 1 agosto 2016

Mini cheese cake con crema di ricotta e yogurt ai frutti di bosco



Buongiorno e buon inizio settimana!!
e come spesso accade, iniziamo in....dolcezza!!! :-)
Ieri avevo voglia di un bel dolcetto, ma, ovviamente, con questo caldo, non avevo per nulla voglia di accendere il forno o ammazzarmi la vita con impasti e robe varie.
Ovviamente la prima cosa a cui penso cos'è?? Ma certo, una bella cheese cake fredda.
Vado al supermercato, prendo i biscotti Oreo, che mi piacciono un sacco, vado al banco frigo e do un'occhiata: mascarpone....meglio evitare, con sto caldo, non si sa mai, che rimane, allora....vediamo un pò... formaggio cremoso....spe, ad un tratto i miei occhi sono attirati da una scritta: crema di ricotta....ma cos'é?? E' vero, avevo visto la pubblicità, ma lungi da me, con la nostra bella ricotta fresca, vuoi che mi compro la crema già fatta?? Si ma a luglio, con 40°, la ricotta fresca buona dove la trovi?? Appunto, non la trovi....ma si, proviamola, che sarà mai!!
Poi, vado su internet, giusto per capire cosa trovo con questo prodotto e in cosa mi imbatto?? Bhèèè, era destino: cheesecake ai frutti di bosco  con crema di ricotta, sembrava proprio deliziosa!! Ora mancavano solo i frutti di bosco!!
Ovviamente ne ho fatta una mia versione, tutta mia, più fresca, visto la stagione ;-)

INGREDIENTI
Per la base
Un tubo Oreo gr 154
70gr di burro

Una confez. di Crema di ricotta Galbani
1 vasetto di yogurt alla vaniglia
200 gr di panna fresca
40 gr di gelatina in polvere Fabbri

Frutti di bosco
coulisse di fragoline di bosco

Tritare i biscotti con tutta la crema e aggiungere il burro sciolto al microonde.
Prendere i contenitore per la vostra cheese cake che potrebbe essere unica, o come le mie, monoporzioni e creare uno strato alla base, pressando bene con il dorso di un cucchiaio. Mettere in frigo per un'oretta.

Montare la panna  aggiungendo la gelatina in polvere lasciandola lenta.
Mescolare la crema di ricotta con lo yogurt e aggiungere la panna.
Tirare fuori gli stampini con lo strato sotto di biscotti e riempire con la crema ottenuta.
Mettere in frigo.
Una volta solidificata, levare dagli stampi e decorare.
Eccola nelle tre versioni: quella sopra, rotonda sempre monoporzione e...



finger food adatta a buffet dolci ;-)




Che dire!! BUONISSIMA!! Devo dire che questa crema di ricotta (quasi quasi mi dispiace un pò a dirlo :-) :-)) si è comportata proprio bene!!! 

lunedì 25 luglio 2016

Il compleanno parigino della mia principessa!! Joyeux anniversaire mon amour!!



Buon lunedì!!!
Ed eccoci all'appuntamento annuale...quale?? Ma quello del compleanno della mia principessa!! :-)
Quest'anno non ero molto in vena: pensieri su pensieri (ma come mai non mancano mai nella vita, quando credi di aver risolto qualcosa, c'è sempre qualcos'altro da sistemare) che mi avevano fatto pensare ad altro e si prospettava, per quest'anno, una semplice torta. Ma poi mi son detta: Daniela, un altr'anno la tua principessa sarà alle medie (cavolooo come passa il tempo!!), magari non vorrà più una festa, magari ti chiederà solo di andare a mangiare una pizza con le amichette, magari alla torta, preferirà un gelato alla Rotonda e io che faccio?? Mi perdo di organizzargli questi che potrebbero essere gli ultimi compleanni della mia bambina?? Ma poi lei ci tiene così tanto, lei che appena le dico facciamo A lei è già pronta a fare B+C al quadrato!!! :-)
Questi sono ricordi che restano indelebili nella mente di ogni individuo, chi di voi non ricorda i propri compleanni?? Io, per esempio, ricordo benissimo che i miei li ho vissuti solo quando ho cominciato le medie, perchè me li organizzavo da me visto che mamma lavorava, avrei tanto voluto averne di ricordi di compleanni da bambina.
E appena ho chiesto alla mia principessa quale avrebbe avuto piacere che fosse stato il tema della sua festa quest'anno, per me è stata solo una conferma: ci avrei giurato che fosse quello, Parigi e soprattutto, la Torre Eiffel!!
E' da quando abbiamo organizzato il viaggio a Disney, a Parigi, lo scorso anno, che mi fa la testa come un pallore, assolutamente la sua meta era, non solo Disney, ma soprattutto la Torre Eiffel, era davvero affascinata e una volta li, nonostante le mie vertigini, mi ha fatto salire fin sopra l'ultima tappa dell'ascensore e poi su per le scale, fino alla vetta più in cima! Ma la ringrazio perchè ne valeva davvero la pena!!
E allora, in 5 giorni, ecco che organizziamo il tutto, con la sua grande partecipazione nei preparativi!!
Alla fine sono davvero contenta di averlo fatto, contenta soprattutto per lei, per quanto era felice.
E quando poi lei ti dice: mamma le mie nuove compagne mi hanno scritto che è stata la festa più bella in cui sono state....bèèhh che dire, ti si riempie il cuore di gioia!!

 
Ed ecco il cartellone realizzato da me, dalla mia principessa e dalla cuginetta Ornella, per creare l'atmosfera :-)...a vero, ci ha messo anche lo zampino papà :-)
 

  
 

e prima dei dolcetti, qualcosa di salato
Panettone gastronomico farcito in diverso modo
e tramezzini con prosciutto (unica cosa non preparata da noi :-))
 


 
le mascherine per la foto fatte anche dalla festeggiata :-)

 
e tra il salato e i dolcetti, un po' di divertimento: divisione a squadra per la "guerra" dei palloncini d'acqua!! (vorrei che le guerre li gestissero i bambini :-()

 
e tutti in fila per il giro in canoaaaa
 
 
 
E oraaa.....dolcettiiiii
i biscottini alla vaniglia come regalino alle invitate, con il cuore personalizzato 
 
 
 
 
e con la torre Eiffel
 
 

 
 
i bicchieri realizzati dalla festeggiata con le torri e le nuvolette e
la tavolozza per i cup cake da decorare con gli zuccherini a proprio piacimento :-)

 
 
ed ecco i cup cake alla crema al mascarpone, pronti per essere decorati!!



 
 e cope possono mancare in una festa parigina i macarons??!!! :-)


 
cake pops


 
e il tavolo al completo con anche le ciambelline!!


 
e loro: bellissimeee!!


e tutti a prepararsi i dolcetti

 
"Felicità è....vedere la loro felicità!!"


 Chissà se il prossimo anno sarò ancora qua a raccontare dell'ultima festa organizzata alla mia principessa prima di spiccare il volo verso le uscite sola con gli amici....io spero di si :-) :-).


 Alla prossima!!!
 
 
 Qui la torta nel dettaglio ;-)


 

Torta Torre Eiffel stile Tattoo cake per la mia parigina!




In attesa del post sulla festa parigina organizzata per la mia principessa :-), ecco la torta a tema, un'ispirazione ad una tattoo cake trovata su Pinterest.

 



 
 
 
Ed ecco l'interno stragoloso scelto dalla mia principessa

 
tre strati di brawns con mandorle, uno strato di cheese cream al cioccolato, una alla vaniglia e tra uno strato e un altro, tanto kroccant Fabbri, che una volta in frigo, è diventato un bel sottile strato croccante di cioccolato.
Ed ecco un piccolo tutorial della torre Eiffel fatta con la pasta model Saracino
Quando ho cominciato a farla, non avevo idea se sarebbe riuscita, anche se avevo visto un tutoria, da tra il vedere e fare c'è una bella differenza :-). Quando ho finito di fare tutti i vari pezzi, dopo ore di lavoro e e nottate mi son detta: e ora?? E invece eccola qui!! :-)
 



Per questa torta mi sono ispirata a questa bellissima vista su Pinterest!! La mia principessa l'ha voluta così, mi ha detto che voleva il cuore perché.... "Mamma Parigi si sa che è la città dell'amore e io la amo!!" :-) Testuali parole!!

Tattoo wedding cake:

Ora vi posto la festa con tutti i vari dolcetti e il tavolo!!

Ecco qui la festa al completo!!

mercoledì 20 luglio 2016

Filetti di merluzzo in agrodolce (in saor) al pistacchio



Buongiorno!! No, non sono sparita :-) ho solo avuto tanto fare e quando non l'ho avuto, ho avuto tanta voglia di.....non far nulla!!!
Vabbè ma poi passa e....nell'attesa, ecco questo buonissimo piatto!!
Da noi in Sicilia la cucina in agrodolce è un classico. Poi, invece, ho scoperto che quello che per noi è un classico, appunto, della cucina, lo è anche per la cucina veneziana, solo che da noi si chiama in agrodolce, al nord....in saor :-), ma alla fine sempre la siamo!! E' proprio vero che in cucina le distanze si accorciano! 
Questa volta, però, anzicche le classiche sarde, ho voluto provare con il merluzzo e il pistacchio: davvero ottimo!

INGREDIENTI
Filetti di merluzzo
farina di pistacchio
cipolla bianca
mezzo bicchiere di aceto
1 cucchiaio di zucchero
passolina e pinoli

Passare i filetti di merluzzo nella farina di pistacchio e friggerli in una padella con un poco di olio.
Tagliare la cipolla e soffriggerla con olio a fuoco lento. A cottura quasi ultimata, aggiungere la passolina ammollata e strizzata, i pinoli tostati e l'aceto in cui avrete fatto sciogliere lo zucchero, alzate la fiamma e fate evaporare.
Una volta cotto, versare la cipolla sui filetti si merluzzo. lasciare raffreddare e mettere in frigo.
Servire freddo anche il giorno dopo ;-).






martedì 28 giugno 2016

C'era una volta.....la merenda di nonna!

Non so voi, ma io ho già una certa età (47 anni è già una certa età, vero??? :-)) e quando ero bambina, mi capitava spesso di passare i pomeriggi dalla mia nonnina, Pippina,  dove amavo andare soprattutto perché c'era mia zia Pina che mi coccolava.
Loro erano sarte: amavo stare li, con le loro "ragazze" che lavorano a quei bellissimi abiti. Me li ricordo benissimo, sempre con ago e filo in mano, il gesso per gessare il modello sulla stoffa, la riga, il forbicione per tagliare e la macchina da cucire quando già il vestito era  stato"ncimatu" e a me, quando ero un po' più grandetta, mi facevano proprio levare i "ncimi" :-).
Ricordo tutto di quegli anni passati dalla nonna e zia: gli ambulanti che passavano da quella strada centrale che gridavano, tutte le persone che, uscendo dalla chiesa, passavano a salutare nonna, i bambini che con i loro "carruzzuna" scendevano da quella strada in discesa, le chiacchiere con la vicina di casa, le prime uscite da sola che zia mi faceva fare "pi gghiri a surbizzu" :-).... io, che vivevo in un appartamento di un palazzo fuori paese, adoravo tutto questo.
Ma la cosa che ricordo con più affetto è la merenda che mi preparavano: se andavo da loro la mattina perché magari facevo finta di avere la febbre :-), ricordo il latte che zia mi faceva bere nella bottiglietta verde dell'azzusa (gazzosa), mentre il pomeriggio mi preparavano o il pane con l'oli, o con lo zucchero o con la famosa frittatina (che a dire il vero, era anche il pezzo forte di mamma).
Quando proprio era una giornata "si", forse quando consegnavano un vestito, mi si accordava, d'estate un gelato comprato proprio nel bar di fronte "nno bigghiuolu", in inverno, invece, mi davano i soldini e mi compravo una vaschetta di nutella di quelle monouso :-), na "spatunedda", come li chiamavamo in paese, visto che si andava avanti a forza di "nciuri" (soprannomi) tramandati da generazione in generazione :-), comunque, dicevo, quella vaschettina di nutella me la spalmavano in un intero panino....praticamente una "leccata" come usiamo dire :-).
Oggi, ho capito che ci sono bambini che non hanno mai mangiato pane con l'olio e non amano neanche la frittatina come merenda perché sono abituati alle merendine.
Io, invece, ho cercato di abituarle a tutto, anche a questi, al pane con pomodoro, carote e alla frutta, sia per la colazione portata a scuola sia quella da fare a casa il pomeriggio.
Direte voi: e tutto stu romanzo per cosa?? :-) Perché con una mia amica, abbiamo pensato proprio di organizzare una festa di compleanno riportando i bambini, a fargli mangiare proprio le vecchie merende delle nostre nonne..
Abbiamo preparando:
Panini con frattatine semplici e con zucchinette fresche di orto
panini ai cereali con pomodoro fresco e lattuga
pane con olio
frutta e......le vecchie e sempre buone torte della nonna realizzate dalla nostra amica Rita.

Devo dire che i bambini quando hanno visto che non c'erano ne patatine ne popcorns, li ho visti alquanto spaesati :-) e ancora di più quando hanno trovato solo acqua e succhi freschi anzicchè la coca cola, ma si sono subito accomodati, felici della loro cassettina con quelle stranezze da mangiare sul prato :-).
Alla fine hanno mangiato tutto :-)












La mia amica Sonia e Rita



E per i grandi.....un piccolo aperitivo con sangria, pane tostato con formaggi stagionati e marmellate fatte in casa, pane con pomodorini e moouse di ricotta e pane con fichi, formaggi e miele.










Grazie di aver letto tutto, spero :-) e alla prossima!!! :-)