sabato 31 dicembre 2011

Buon Anno

Auguri di Buon Anno 2012




Vi auguro di passare un felice anno nuovo e che il nuovo anno vi porti tanta serenità e soprattutto vi porti la speranza di un futuro prospero perchè solo se ci crediamo possiamo farcela: avere un sogno aiuta a realizzarlo!!! ;-)
Buon anno a tutti dalla vostra Daniela di Le leccornie di Danita.

martedì 27 dicembre 2011

Barattoli regalo di Natale



Quest'anno, come dice mio cognato, "pecura maira" :-), che tradotto letteralmente, vuol dire "pecora magra", ossia tempi di crisi forte :-), anzi, quest'anno, come ha detto sempre lui, mio cognato, la pecora non c'era proprio, manco quella magra :-) e quindi regali molto modesti :-).
Allora, girovagando su internet, ho trovato quest'idea carina da proporre, un vasetto con dentro il composto per fare dei biscotti natalizi (vi consiglio di cliccare sul link perchè è davvero carino).

Per farli occorre:
300g di farina
130g di zucchero di canna,
110g tra noci, nocciole e mandorle tritate,
100g di cioccolato fondente tritato

una bottiglia o un vasetto di conserve della capienza di 1 lt (mia sorella si lamenta sempre che non ha vasetti per conserve .-))
uno stampino di Natale (io ho usato stelle e alberelli)
juta o stoffa
nastro
carta per la pergamena

Mettere tutti gli ingredienti separatamente in modo da far percepire gli strati. Se rimane un pò di spazio, vi consiglio di mettere un pò di pellicola trasparente alla fine e dei tovaglioli di carta così da evitare che si muovano gli ingredienti.

Trascrivere la ricetta nella carta

Stelline o alberelli di Natale
Alla miscela del vasetto aggiungi 2 uova e 250g di burro.
Lavora l'impasto e lascialo riposare per 30 minuti al fresco. Stendilo con il mattarello fino a 5mm di spessore e ritaglia i biscotti con lo stampino. Cuoci per circa 10 minuti a 180°C finché i bordi diventano di colore giallo oro.

Assemblare il tutto.



Devo dire che è stato un regalo gradito e molto carino da vedere.
Io ho comprato una di quelle borse a 1 euro, richiudibile, rossa, da borsetta, ho messo dentro:
  • un barattolo di questi,
  • uno piccolo con zucchero aromarizzato all'anice (ho messo lo zucchero e dell'anice stellato)
  • uno di marmellata fatta da me (fichi per per sorella Patrizia e peperoncino per mia sorella Laura)
  • un aggegino in legno per fare gli gnocchi
  • una pinza in legno per i fritti
  • una schiumarola con il manico in legno per fritti
  • un paio di forbici da cucina con il manico a maialino :-)




Alla fine non era di certo un regalo costoso, ma sicuramente fatto con amore e gradito ;-).

domenica 25 dicembre 2011

Buon Natale


Vi auguro di passare una giornata serena in compagnia delle persone che più amate!!
E che Gesù bambino riesca a scaldare i nostri cuori.
Un bacio dalla vostra

Daniela

venerdì 23 dicembre 2011

Ravioli di zucca



Tortellini, tortelli, ravioli....ancora non è che ho capito bene la differenza tra tutte queste paste ripiene :-), anche perchè, diciamo la verità, non si può certo dire che queste siano delle specialità sicule :-).
Devo dire che i tortelli o ravioli o qualsivoglia, li ho sempre comprati, tranne quella volta in cui li ho fatti per i 150 anni dell'unità d'Italia. Ma non li avevo preparati in questo modo, ossia come mi aveva detto la mia amica Cook, Cindy, quando mi ha portata a mangiare i veri tortelli alla zucca, in quel del Lago di Garda: la pasta deve essere così sottile da essere trasparente.
L'altra serà, però, ero in vena di impastare, così, per usare una zucca che avevo in casa e per distogliere le bimbe dai loro amati cartoni :-)....ma, soprattutto perchè volevo usare il nuovo aggeggino comprato :-), ho pensato bene di fare questi ravioli...ora, so pure bene che i veri ravioli di zucca, o quantomeno, quelli mantovani, si fanno con la mostarda e gli amaretti (e che èèèèè un dolcetto??? .-)), ma io, 1 non  trovo la mostarda e 2 non mi piacciono gli amaretti....quindi, ergo :-),...ecco la mia ricetta dei miei ravioli di zucca alla sicula :-).

INGREDIENTI
Per la pasta
500gr di farina
5 uova
1 cucchiaio di olio di oliva
sale

Per il ripieno
zucca
parmigiano
lardo pancettato
noce moscata
cipolla

Per condire la pasta
burro
salvia
pepe

Preparare la pasta, basterà impastare con la planetaria o a mano gli ingredienti fino a formare una pasta liscia. Far riposare un'oretta avvolta con la pellicola.
Adesso prepariamo l'interno.
Tagliare la zucca, levare la buccia e metterla a cucinare dentro il microonde. Appena sarà quasi cotta, tagliarla a dadetti.
Far soffriggere un pò di cipolla grattuggiata e far sciogliere il lardo. Unire la la zucca e finire di cucinare.
Frullare con il mixer ad immersione e aggiungere del parmigiano e la noce moscata.
Prendere la pasta e stendere prima con il mattarello e poi nell'apposita macchinetta, io ho fatto fino al n°4.
Ho messo la foglia trasparente nell'apposito attrezzo, precedentemente infarinato (mi raccomando, infarinate bene perchè risciate di buttare i primi che fate come me :-)), ho messo una foglia di prezzemolo (giusto per dare l'effetto di trasparenza ;-)), il condimento e coperto con un altra sfoglia. pressare con il mattarellino e staccare.



Cuocere al più presto i ravioli, scolarli e metterli nella padella dove avrete fatto sciogliere del burro con la salvia. Finire con una bella manciata di parmigiano e pepe. Aggiugere un pò di brodo di pasta all'occorrenza.
Ed ecco.....devo dire che non me l'aspettavo, la mia prima volta e avevano un gusto e una consistenza eccezionali!!! Altro che il sig. Rana :-).


venerdì 16 dicembre 2011

Gli gnocchi!!!



Ehhh, facile!!! che ci vuole a fare qualcosa i cui ingredienti sono solo 2: patate e farina!!!
E no!!! E no!!! E invece non è per nulla facile!!!! li ho dovuti fare 3 volte prima che mi venissero come volevo io!!! :-)
Mi ricordo che mia zia Pina, quando aveva delle patate bollite e decideva di farli, in 10 minuti erano belli pronti e invece io???
No, perchè dovete sapere, per chi è in procinto di farli e non li ha mai fatti, che non è un'impresa facilissima e ve lo dice una che ha fatto 7 veli, pizza, ravioli, torte, buccellati etc. Il fatto è che, se mettete troppa farina vengono degli gnocchi pesanti, che sanno troppo di farina, ma se ne mettete troppo poco, rischiate di avere degli gnocchi che si sfaldano e troppo molli che sanno troppo di patate :-)!!!
E quindi??? Che sto a scrivere qui??? Vi scriverò quello che ho capito di questi piccoli, innocui ma tanto perfidi gnocchi:
  1. le patate: cercate di usare quelli a pasta sfarinosa, io, comunque ho usato quelli comprati nei sacchi, le patate "nuove" ed è andata bene;
  2. cucinare le patate al microonde: non assorbiranno acqua e questo è fondamentale, più la patata è asciutta e meno farina dovrete usare;
  3. schiacciare le patate da calde, allargatele bene e fatele raffreddare in modo che il calore non crei umidità all'interno ma evapori lasciando le patate più asciutte;
  4. non aggiungere tutta la farina, ma lasciarne un pò alla fine perchè potrebbe non essere necessario;
  5. non lavorare troppo l'impasto perchè più lo lavorate e più si ammolla e diventa appiccicoso .-);
  6. accertarvi che la consistenza sia quella giusta: ne troppo molle, ne troppo soda, una via di mezzo tale che vi verrà facile creare un cordoncino;
  7. usate subito l'impasto e non lasciatelo riposare perchè potrebbe inumidirsi.
Ecco, dopo questi consigli, passiamo alla ricetta, almeno quella che uso io: niente uova, niente parmigiano, niente, solo patate e farina perchè mi piace che lo gnocco deve sapere solo di gnocco :-)

INGREDIENTI
500gr di polpa di patate
130gr di farina
sale

Procedete con le patate come vi ho spiegato qui  e ricavarne 500gr di polpa. Aggiungere il sale, amalgamare bene schiacciando con la forchetta e allargarere bene per far raffreddare.
Aggiungere 100gr della farina, e poi, impastando, aggiungere tanta farina (anche di più se è necessario) quanto basta per rendere l'impasto sodo ma non duro.
Creare un rotolino, magari spolverando un pò di farina nella vostra tavola, meglio se di legno e tagliare a dadetti di circa 1 centimetro e mezzo o 2. Arrotolare con le mani un pò infarinati e passare nella forchetta (se non avete l'attrezzino adatto) facendo una leggera pressione, per creare i tipici solchi.
Far bollire l'acqua, salare e buttare giù gli gnocchi. Appena saranno cotti, saliranno a galla, contate fino a 10 -) e potrete prenderli con un colino ;-).
Ecco fatto!!! Semplice...e che ci voleva!!!! :-)



ovviamente, se avete bambini, non aspetteranno altro di mettere la pasta in mano e lavorarla assieme a voi :-)




E questo è uno dei miei primi piatti preferiti, una goduria per il mio palato, uno dei pochi piatti in cui metto d'accordo tutta la famiglia, anzi, metto scompiglio perchè si fa a gara a chi ne mangia di più e non bastano mai :-), ossia, la morte sua degli gnocchi: alla sorrentina, condita con la mia conserva di salsa, parmigiano e tanta tanta mozzarella!!! (ci starebbe il basilico ma non l'avevo :-().



Meravigliosi, mi piacciono così: galleggianti nella salsa di pomodoro e filandi di tanta mozzarella :-)!!
La mia piccolina mi ha di nuovo detto: complimenti mamma!! la principessa ne voleva ancora...ma ...troppo tardi, finiti :-)!! Che meraviglia, fai un pò di fatica, sporchi un pò (compreso i vestiti delle bimbe :-)) ma è un piacere veder mangiare tutta la famiglia in questo modo .-).


Cucinare e schiacciare le patate con la buccia



Ho scoperto che ancora molti non lo sanno :-) ma le patate, anzicchè bollirle, quindi aspettare che l'acqua bolle e poi che si cuociano, quindi sciupare tempo e gas :-), si possono cucinare al microonde: basta metterle dentro poggiate al piatto e impostare al massimo ;-). Il tempo di cottura varierà in base al quantitativo di patate che metterete, comunque meno della metà di tempo rispetto al metodo tradizionale ;-).
Poi, una dritta fantastica, per chi non lo sapesse :-): se dovete schiacciare le patate per un purè o un gateau, non sbucciatele, ancora calde, dividetele in due se sono grandi, anche intere se sono piccole, e mettetele nello schiaccia patate, vi assicuro che la patata scendera dai buchetti, mentre la buccia rimarra dentro ;-). levatela e rimettetene un altra ;-)


ed ecco la vostra bella polpa di patate


e la buccia da buttar via!!


Spero che questo sia un suggerimento gradito :-)

martedì 13 dicembre 2011

Crostatine panna e melograno


Uno degli abbinamenti che più mi piacce, nei dolci, è la panna con le fragole, ma, purtroppo, in inverno non si trovano e se si trovano non sono certo di stagione ;-).
Quindi ho provato questa alternativa davvero molto gradita. E' molto gradita è stato questo sposalizio: frolla al cacao, panna e melograno ;-). Eccolo, provatelo: la freschezza dei melograni è fantastica con questa base!!

INGREDIENTI
la frolla al cacao
panna (se usate quella vegetale aggiungete un pò di latte per montarla, verrà molto più soffice e buona :-))
melograno

Stendere la frolla al cacao, con le formine imprimere e far aderire la pasta, bucherellarla un pò con la forchetta e infornare a 175° per circa 10 minuti. Fare raffreddare.
Montare la panna,  con la saccapoche riempire le crostatine e finire con il melograno.
Ed eccole, davvero sfiziose e ben'auguranti :-)!!! Un'idea carina per le feste.


Pasta frolla al cacao


Mi sono resa conto che avevo postato le diverse frolle ma non avevo ancora postato quella al cacao :-).
Io di paste frolle al cacao ne uso di due tipi: una è una frolla morbida, leggera e... non so come spiegarlo...friabile ma leggera quasi che si scioglie in bocca, l'altra, molto cioccolattosa e gustosa, più croccante.
Oggi vi do questa ricetta che ho conosciuto su Cookaround, postata dalla nostra Cozza ;-) che lei ci ha fatto conoscere come le sue "fossette golose", mentre io, ormai, la uso per tanti scopi :-).

INGREDIENTI
300gr di farina
70gr di amido di mais
50gr di cacao amaro
1 cucchiaino di lievito x dolci
2 pizzichini di sale
250gr di burro
3 tuorli di uova medie
150gr di zucchero

Io questa frolla la faccio con la MDP, ma voi potete farla a mano o con l'impastatrice ;-)
Montare i tuorli con lo zucchero e il burro ammorbidito nel microonde. Fatelo con la mdp o semplicemente con una frusta.
Unire la farina all'amido, aggiungere il cacao , il lievito, il pizzico di sale e mescolare bene. Unire questo composto di polveri alle uova e burro e mescolare con il programma 10 fino a che tutti gli ingedienti si sono amalgamati.
Formare una palla, avvolgerla alla pellicola e tenerla in frigo almeno 1 ora.
Potete pure usarla dopo diversi giorni ;-).
Questa è uno dei modi in cui la uso, la crostala con panna e fragoline :-)


domenica 11 dicembre 2011

VI PREGO UN VOTO!!!!



Alcuni di voi lo sanno, ma magari altri no!! :-)  :-) sto partecipando ad una gara culinaria in cui un grande cuoco sceglierà un piatto tra i primi 10 votati su face. Il 1° vincerà una crociera MSC e avrà diritto a stare a stretto contatto con il cuoco e fare anche un servizio fotografico culinario!! Wuauuu potrei mettere in pratica  2 delle mie passioni contemporaneamente: cucina e foto.

Se mi volete aiutare a realizzare questo sogno, cliccate sul link, poi su ACCEDI, poi su CONSENTI, a questo punto ci sarà una videata con scritto "VEDI CLASSIFICA e VOTA", cliccare su LIKE e poi su Vedi classifica.
Cercatemi, tra la 1° o la 2° pagina (attualmente sono alla 1° e spero di rimanerci e di salire :-)), BUCALO DANIELA e cliccare su VOTA
C'è tempo solo fino a domani alle ore 24.  Potete votare questa sera e anche domani dopo le 24 ore dal 1° voto.
GRAZIE!!!!!!
http://apps.facebook.com/msccrociere-contest/?ref=ts

sabato 10 dicembre 2011

La torta di Dora l'esploratrice!!!


Tutto è iniziato da quando, la mia piccolina, ha ricevuto in regalo una bambolina. Lì per lì, l'ho trovata anche bruttina :-), non  la conoscevo, non sapevo chi fosse, neanche il suo nome, tranne che nella scatola c'era scritto: Dora l'esploratrice :-).
Ma nonostante le sue non esplosive bellezze, la mia piccolina si è affezionata tanto a questa bambolina, tanto da farla diventare la sua preferita, tra tante molto più bella di lei!! :-)
Questa è la bambolina che lei si porta ogni tanto a scuola e questa è la bambolina che lei, ogni tanto si porta in giro o con la quale, ogni tanto dorme :-)...mi dice: mamma, questa è la mia preferita!!! :-)
E allora come facevo a non farle una festa a tema per i suoi 4 anni :-).
Ed ecco la torta di Dora l'esploratrice :-)


certo Dora è venuta un pò grandina :-) ma l'ho fatta prima di sapere quanto grande veniva la torta :-)


e qui la scimmietta di Dora Boots (me lo ha detto la mia principessa :-))


occhi indiscreti spuntano dagli alberi :-)


e qui la volpe furba Swiper e Benny, la mucchina carina (insomma :-))


la chioma degli alberi non è venuta proprio come volevo, ma avevo fatto poco verde perchè mi era finito il mm :-)



e qui la torta con le candelina e i palloncini




e qui, lei, la protagonista :-)


La torta l'ho realizzata con il mio pds, sostituendo un pò di amido con il cacao farcita con crema al cioccolato bianco e fragole 8la mia piccolina adora le fragole :-))
il tutto bagnato con acqua e cacao (che sbaglio che ho fatto!!!! :-(, si, questa bagna è stata l'unica cosa che non mi è piaciuta, gli ha dato alla torta un sapore...non so come spiegarlo...di "industriale" :-( sembrava che gli avessi messo, addirittura del liquore!! agli altri è piaciuta, magari non l'hanno notato, o forse non mi hanno voluta mortificare :-) ma io che so il gusto delle mie torte ho notato questa pecca .-(...vabbè, vale come esperienza)
Per creare l'altezza ho messo 2 torte di 3 strati l'una, una sopra l'altra, nella prima ho messo un bicchierino capovolto al centro e sopra ho messo la seconda torta lasciata nel vassoietto ;-)
E, per finire, ho rivestito il tutto con del cioccolato plastico che ha dato una bella solidità alla torta ;-)




Dora e i personaggi così come gli alberi e la chioma sono stati realizzati in mmf ;-)
Non vi sto a raccontare le difficoltà che ho avuto nel fare la faccina di Dora :-(....per le faccine sono davvero vegata :-), l'ho riarrotolata una decina di volte e volevo anche rinunciare :-), meno male che c'era la mia principessa che mi diceva: dai mamma, ce l puoi fare tu!! :-). Alla fine, certo, è un pò più bruttina del solito :-) ma poteva andare :-)
Il tutto, ovviamente, fatto allo scuro della mia piccolina, mentre dormiva e cercando di nascondere tutto quando si svegliava :-)
Ma quando l'ha vista era imbambolata :-) Era davvero felice della sua torta :-)



E' stata davvero una faticata e un pò stressante: avevo paura che fosse troppo alta e che potesse crollare :-), ma alla fine è andata benissimo!!!
Come benissimo è andata la festa...ovviamente vi farò vedere anche quella :-)

Per fare questa torta mi sono ispirata a questa trovata su internet che mi ha colpita tanto!!!
Questa originale è stata realizzata su un panettone ;-) davvero carina!!!

martedì 6 dicembre 2011

Orecchiette per MSC crociere


Ho deciso di partecipare al concorso "Crea il tuo primo piatto con MSC Crociere" .
Non volevo partecipare perchè verranno presi in considerazione soltanto i primi 10 piatti più votati e io, non sono una che sa autoproclamarsi e non mi piace chiedere voti su facebook :-). Ma per questa occasione, visto che c'è di mezzo un grande cuoco, Mauro Uliassi e visto che sono ancora reduce della delusione culinaria della Costa Crociera, ho deciso di partecipare lo stesso e... :-), quindi, di chiedervi il voto :-)
e visto che si parla di crociere nel Mediterraneo ho dedicato questo piatto in cui i sapori sono proprio a tema: il mare con pesce, i pomodori seccati al sole della mia bella Sicilia, i capperi di Pantelleria e il pistacchio di Bronte...un piatto con tutto il meglio della mia terra :-).
La pasta è quasi identica a quella fatta sotto, con aggiunta di pomodoro secco e pistacchio nel pesto

INGREDIENTIUova di pesce
gamberetti
pomodori secchi
cipolla

per il pesto
prezzemolo
capperi sotto sale di Pantelleria
mandorle
pistacchio di Bronte
olio
aglio

Far soffriggere la cipolla grattuggiata e aggiungere le uova di pesce private della pelle di involucro.
A cottura quasi ultimata, aggiungere i gamberetti e far cucinare.
Preparare il pesto. Strofinare l'aglio nelle pareti del mortaio e pestare il prezzemolo con i capperi dissalati e le mandorle. Aggiungere l'olio e il sale quanto basta.
Cuocere la pasta e scolarla al dente, unire in padella alle uova e gamberi e maneggiare, aggiungendo del brodo della pasta se è necessario.



         

Quando è ben amalgamata, aggiungere il pesto e far saltare per qualche minuto.

Ed ecco qui delle orecchiette davvero particolari: gustosissime e davvero buone!!




Se vi è piaciuto il piatto potete votarli qui.....prima cliccate il "Mi piace" nella pagina di "crea il tuo piatto con MSC crociera"

e poi cliccare su "vedi la classifica e vota" e per ultimo, vai nel riquadro della mia foto e clicca su "vota" sono Daniela Bucalo
Potete votarmi tutti i giorni fino al 12 o il 15 non ricordo :-) Mi raccomando, tutti i giorni!!! Fate finta che dovete prendere la medicina :-)

GRAZIEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!